Vegan Taste Test #3 

Ieri ho provato un nuovo alimento vegano che ho trovato nel mio negozio veg preferito, “Io Vegan Market”. Si tratta del Tofu Chicken Masala, la versione vegan dell’omonimo piatto orientale, con l’aggiunta del Tofu.

La confezione si presenta così:

Oltre ad essere vegan è anche gluten free, quindi può essere gustato anche dai celiaci senza alcun problema. 

L’ho cucinato semplicemente buttandolo in una pentola antiaderente ben calda, girandolo poi di tanto in ranto fino a che i bocconcini non si sono rosolati per bene! Li ho accompagnati ad un riso bianco cotto col metodo Giapponese e dei bocconcini di okra bolliti.

La consistenza era molto buona, somigliava a quella della carne bianca, e anche la marinata e le spezie erano molto saporite. Può essere un ottimo alimento per chiunque stia passando dall’alimentazione onnivora a quella vegana/vegetariana, oppure una semplice e validissima alternativa alla carne completamente cruelty (e gluten!) free.

Ricettario – Crêpes al cioccolato!

Stamattina avevo un po’ di tempo libero (il vantaggio di lavorare su turni… ahahah!) quindi mi sono preparata una bella colazione importante. La mia crespella era gigante, potete dividere il composto per farne di più piccine! 

Cosa vi serve:

  • Un uovo
  • Latte di soia alla vaniglia (circa 200ml)
  • Farina (circa due cucchiai)
  • Gocce di cioccolato a piacere, io ho usato quelle fondenti.
  • Cannella (un pizzico) 
  • Un cucchiaino zucchero
  • Margarina (un cucchiaio) 
  • Sciroppo d’acero/miele

Per prima cosa sbattete l’uovo, poi incorporate il latte a temperatura ambiente, infine fate lo stesso con la farina e lo zucchero continuando a mescolare. Unite la cannella (a piacere!). Scaldate una noce di margarina in una pentola bassa poi, mantenendo il fuoco dolce, versatevi il composto e le gocce sopra di esso. Quando i lati si staccheranno dalla pentola sarà il momento di girare la crespella! Giratela dall’altro lato e cospargete ancora di gocce, che si scioglieranno col calore. Mettete in un piatto e versateci sopra lo sciroppo o il miele, a vostro gusto personale!

Et voila! La colazione è pronta! 🙂

Ricettario – Pasta e Mix di cereali VEG

Oggi vi propongo due ricette veloci che ho preparato ieri per cena e oggi a pranzo per me ed il mio ragazzo. Sono due ricettine vegane, semplici e gustose, adatte a chi vuole mangiare qualcosa di buono senza appesantirsi troppo!

Ricetta 1: Pasta bianca con Melanzane

Cosa vi serve:

  • Una melanzana media
  • Olio E.V.O
  • Cipolla rossa (qualche cubetto per il soffritto)
  • Aglio (2 spicchi o in polvere, una spolverata)
  • Prezzemolo
  • Vino bianco
  • 200 gr pasta corta

In una pentola bassa, scaldate un cucchiaio di olio e fate soffriggere la cipolla, poi aggiungete la melanzana tagliata a tocchetti e sfumate tutto con il vino bianco (circa 100ml). Coprite col coperchio e lasciate cuocere per qualche minuto. Portate ad ebollizione l’acqua per la pasta, quindi procedete alla cottura di quest’ultima, aggiungendo un mestolo d’acqua di cottura e due picchi d’aglio schiacciati (o una spolverata di aglio in polvere) alle melanzane ancora sul fuoco e due spicchi d’aglio schiacciati (o una spolverata di aglio in polvere). Quando la pasta sarà cotta, scolatela e buttatela nella pentola con le melanzane, aggiungete il prezzemolo e, a piacere, del formaggio gratuggiato. Condire con olio E.V.O. a crudo e servire.

Ricetta #2: Mix di cereali con verdure.

Cosa vi serve:

  • Mix di cereali 
  • Olio E.V.O.
  • Cipolla per il soffritto
  • Una zucchina e una carota di medie dimensioni
  • Sale e pepe q.b.

Portare ad ebollizione l’acqua salata in una pentola, poi versare il mix di cereali e lascoar cuocere per 11/12 minuti. In una tegame far soffriggere la cipolla in olio E.V.O., poi aggiungere zucchine e carote tagliate a cubetti. Quando i cereali saranno pronti, scolare e far rosolare assieme alle verdure per qualche secondo, avendo cura di asciugare l’acqua in eccesso. Condote con olio E.V.O a crudo e servire. 
Il mix di cereali che ho usato è questo:

Pokémon Go… oppure no?

Ogni giorno vedo notizie e vari post-lamentela riguardanti il nuovo fenomeno Pokémon Go. Persone che fanno incidenti in auto perchè all’inseguimento un Pokémon, altri che dicono che “le persone adesso non staccheranno più il naso dal cellulare” oppure “Che cavolata, adesso fanno pure i ritrovi per questi Pokémon…”. Insomma, questo gioco sembra davvero essere una piaga per l’umanità.
Ma sarà poi vero?
Io ci ho riflettuto, e posto qui di seguito le mie conclusioni, con cui potrete essere o meno d’accordo.

  • Sfatiamo il mito secondo cui chi guida fa gli incidenti perchè gioca a Pokémon Go: gli incidenti si fanno per scarsa responsabilità e per mancanza di attenzione. Prima dell’esistenza di questo simpatico giochino per cellulari gli incidenti esistevano comunque, così come i pirati della strada. Quelli che ora vanno a schiantarsi in auto inseguendo un Pokémon sono gli stessi che fino al mese scorso leggevano e rispondevano agli sms mentre guidavano, non davano la precedenza in rotatoria e non si fermavano agli “Stop”.
  • Nel caso vi foste dimenticati, la gente non alza più il naso dal cellulare da quando questi ha preso il nome di “smartphone”. E’ così, ed è inutile negarlo solo quando fa comodo, quando una novità non piace a tutti. Chi parla così dei giocatori di Pokémon Go, si ricordi anche di tutte le partite fatte a “Candy Crush” o altri giochi simili, perchè io non ci vedo così tanta differenza.
    P8090854modif
  • E’ un gioco forse infantile, ve lo concedo, ma è anche riuscito a portare i “nerd” fuori di casa. Ragazzi con la passione per i videogiochi che, fino a poco tempo fa, non avrebbero messo piede fuori dalla propria stanza, ora sono in giro per le strade a cercare di catturare quegli strani animaletti, percorrendo anche chilometri ogni giorno.
  • I ritrovi organizzati su Facebook o altre piattaforme social sono un’idea geniale! Ci si ritrova tutti in quel determinato punto, con solo la voglia di giocare tutti insieme. Certo, ognuno con il suo smartphone in mano, ma comunque in gruppo. Si fanno nuove amicizie con ragazzi e ragazze della zona, si trascorre un bel pomeriggio appagante fuori casa in compagnia di persone con gli stessi interessi, senza far del male a nessuno.
    Perchè se vostro figlio vi dicesse che va ad un raduno di Pokémon Go dovreste indignarvi, mentre se andasse fuori a bere con gli amici andrebbe bene?P8090858modif.jpg
  • “Andate a cercare la figa anzichè i Pokémon!” …mi astengo dal commentare.